Luci a portata di smartphone

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on LinkedIn

Oggi vorrei introdurre una tecnologia che sta prendendo piede negli Stati Uniti e, forse, potrebbe interessarci. Si tratta di oggetti elettrici di uso comune controllati da smartphone.

Il primo oggetto è una lampadina a led venduta sia in versione bianca che multicolore che può essere comandata direttamente da smartphone. Semplice, vogliamo accendere o spegnere la luce? Un tocco sull’app dedicata ed il gioco è fatto. Vogliamo cambiare l’intensità della luce o del colore? L’app ci permette di fare anche questo.

L’unica ombra è il prezzo. In Europa la versione a colori, paragonabile ad una 75W ad incandescenza, con un consumo di 11 W è in vendita per 80 euro. La sua durata è stimata in circa 22 anni con un utilizzo medio di 3 ore al giorno.

La Philips ha prodotto da qualche tempo un oggetto simile. La differenza è che nel primo ogni lampadina viene comandata direttamente, per Philips il comando avviene su un “hub” che poi comunica con le lampadine. La soluzione diventa più economica, un kit di due lampadine più il bridge lo compriamo alla stessa cifra del precedente prodotto.

Quest’ultima inoltre permette effetti luce legati a musica, video e anche Siri!

Altra trovata casa-tecnologica è la presa a muro Wifi. Vogliamo accendere una lampada tradizionale con lo smartphone? Semplice, inseriamo l’adattatore alla presa di corrente della nostra lampada e poi quest’ultima all’adattatore stesso. Purtroppo esiste per ora solo la versione con attacco americano.

L’adattatore è di base un interruttore wifi. Con l’app dedicata possiamo accendere e spegnere qualsiasi device ad esso collegato.

Più economica è invece la soluzione D-Link. Una presa intelligente sempre gestibile via app. D-Link ha prodotto una serie di dispositivi domotici che sicuramente faranno gola a tutti gli amanti delle novità.