Siamo tutti programmatori con Microsoft PowerApps

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on LinkedIn

Chiunque potrà produrre app in modo rapido e senza scrivere alcuna riga di codice.

Il programmatore va in pensione? No di certo. Il servizio offerto da Microsoft, PowerApps, permetterà a chiunque di auto-sviluppare app snelle e molto personali e di immediata necessità.

Il servizio viene reso disponibile su vari livelli, dal semplice gratuito a quello più complesso, a pagamento.

Ai vari livelli di business diventa sempre più fondamentale avere accesso non solo ai dati ma anche ai processi di business necessari per la loro elaborazione/visione.

Purtroppo non sempre questi ultimi sono fruibili. Ed ecco la soluzione, con semplici passaggi è possibile creare quel livello necessario in modo autonomo senza troppa dipendenza verso l’area IT aziendale.

L’area IT avrà il compito di rendere disponibile basi dati sempre più complete e integrate sui vari servizi dati oggi utilizzati:Office 365, Dynamics CRM, Salesforce, Dropbox, OneDrive, SQL Server, Oracle, Sap, SharePoint,… e di definire la piattaforma sulla quale appoggiare le nostre nuove app.

Precedentemente conosciuto agli addetti ai lavori come progetto “Siena”, ancora disponibile nello Store di Microsoft, PowerApps oggi è quasi pronto e ci si può pre-iscrivere gratuitamente per ricevere, quando online, il software necessario per partire con la nostra prima app.

Microsoft renederà disponibili vari templati di applicazioni, liberamente riutilizzabili. Sarà quindi possibile creare una propria app di interrogazione della forza vendita basata sui dati presenti in una cartella di lavoro Excel. Rendere la app disponibile del cloud e, quindi, alla propria forza vendita che potrà utilizzarla e alimentare la nostra base dati in tempo reale. Tutto senza coinvolgimento diretto di alcun programmatore.

Da non dimenticare che le app sviluppate con Microsofr PowerApp funzionano su Microsoft Windows, IOS e Android.